Stampaggio a caldo

Lo stampaggio a caldo è un processo sensibile al calore e al tempo. Con questo metodo, gli elementi vengono formati ad un stato morbido a temperature elevate e in seguito raffreddati nello stampo.

Lo stampaggio a caldo consiste nelle seguenti fasi:

  • Trattamento a caldo nella fornace
  • Trasferimento dalla fornace alla pressa e allo stampo di imbutitura
  • Stampaggio a caldo plastico
  • Tempra nello stampo chiuso e raffreddato

Gli elementi prodotti con lo stampaggio a caldo sono caratterizzati da alta resistenza, forme complesse ed effetti minimi del ritorno elastico. Il comportamento ottimale del materiale si ottiene con la trasformazione strutturale della austensite in martensite. Il materiale più comunemente usato nello stampaggio a caldo è il Boron steel 22MnB5, che è disponibile presso molti produttori di acciai.

Esiste una differenza tra stampaggio a caldo diretto e indiretto.

Stampaggio a caldo diretto Le fasi dello stampaggio a caldo diretto: Spezzone – Riscaldamento – Imbutitura

Nello stampaggio a caldo diretto, l’elemento viene sottoposto al processo di austenizzazione ad alte temperature, viene trasferito nello stampo raffreddato e poi imbutito. In questo modo, si possono ottenere forme complesse poiché il materiale ha una formabilità eccellente ad alte temperature.

Stampaggio a caldo indiretto Le fasi dello stampaggio a caldo indiretto: Spezzone – 1° imbutitura – Riscaldamento – 2° imbutitura

Nello stampaggio a caldo indiretto l’elemento viene prima imbutito a freddo. Prima di ottenere la forma definitiva, l’elemento viene riscaldato alla temperatura di austenizzazione e viene eseguita l’imbutitura finale. Questa fase aggiuntiva aumenta la formabilità della lamiera e permette di ottenere geometrie molto complesse.

Recentemente lo stampaggio a caldo è diventato molto importante per l’industria automobilistica nel soddisfare i requisiti specifici di maggior sicurezza nei crash test e di riduzione complessiva del peso. Numerosi costruttori di automobili usano questi processi per la produzione di parti di carrozzeria strutturali quali montanti A e B, tunnel, roll-bars, longheroni anteriore e posteriore, ossatura porte, barre anti-intrusione, rinforzo padiglione.

Lo stampaggio a caldo è più complesso se paragonato allo stampaggio convenzionale. Usando il processo di stampaggio a caldo si possono produrre in minor tempo elementi con una resistenza e una complessità geometrica maggiori ed effetti minimi del ritorno elastico.

Ulteriori informazioni sullo stampaggio a caldo eseguito con AutoForm sono disponibili in:

Tailored Tempering [inglese]

Software per simulazione efficiente dello stampaggio a caldo

Corso di formazione AutoForm per stampaggio a caldo

Contattare AutoForm Engineering

Avete domande? Vorreste contattarci? Per favore, riempite il modulo sottostante (i campi recanti il simbolo * devono essere completati per poter spedire questo modulo).

Contattare AutoForm Engineering

Grazie. La vostra richiesta è stata spedita con successo.